Documenti e Iniziative

Versione stampabileVersione stampabile

Conferenza dei Presidenti delle Assemblee regionali europee (CALRE)


La CALRE è la Conferenza dei Presidenti delle Assemblee regionali europee con poteri legislativi. I Presidenti che vi aderiscono non presiedono i parlamenti nazionali dei loro rispettivi paesi, ma il parlamento di una regione. L'adesione alla CALRE è limitata alle Regioni appartenenti all'Unione Europea. Il grado di autonomia attribuita alle Regioni varia fortemente da paese a paese. Certi paesi come Francia e Paesi Bassi sono Stati unitari nei quali solo l'autorità centrale possiede poteri legislativi. Paesi come Germania e Belgio invece sono delle federazioni all'interno delle quali le Regioni godono ampi poteri legislativi. In altri Paesi ancora, ad esempio Regno Unito e Portogallo, alcune Regioni hanno un proprio Parlamento, mentre per il resto del Paese sono in vigore solo le leggi nazionali.

La CALRE raggruppa dunque i Parlamenti regionali dell'Unione Europea che dispongono di poteri legislativi. In tutto si tratta di 74 regioni facenti parte di 8 Paesi. Tali Regioni rappresentano insieme 200 milioni di abitanti. Più specificamente la CALRE comprende i Parlamenti delle Comunità autonome spagnole; i Consigli regionali italiani; le Assemblee delle Regioni e Comunità belghe; i Parlamenti sia dei Länder austriaci che dei Länder tedeschi; il Parlamento autonomo di Åland (Finlandia); le Assemblee regionali delle Azzorre e Madeira (Portogallo); e quello di Scozia, Galles e Irlanda del Nord (Regno Unito).
Per quanto siano diversi i loro poteri, si tratta in tutti questi casi di Parlamenti che hanno due caratteristiche comuni: fanno parte dell'Unione Europea e hanno poteri legislativi. Tali caratteristiche danno alla CALRE una forma di omogeneità cruciale nel determinare obiettivi comuni. Avendo poteri legislativi, tali Regioni hanno tra l'altro il compito di convertire le regole europee nella propria normativa.
L'Assemblea di tutti i componenti della CALRE si chiama Assemblea plenaria e approva il programma della CALRE. L'attività della CALRE è organizzata attraverso dei Gruppi di lavoro tematici.

Visita il sito della CALRE

ATTIVITÀ 2017 e 2018

Negli anni 2017 e 2018, il Presidente del Consiglio regionale, Giuseppe Di Pangrazio, ha coordinato il gruppo di lavoro CALRE "Natural disasters". Di seguito il programma delle attività degli anni 2017 e 2018.

Programma di lavoro 2017
Programma di lavoro 2018 IT
Programma di lavoro 2018 EN

Le attività del gruppo di lavoro, sia nel 2017 che nel 2018 si sono concluse con una relazione finale presentata, rispettivamente, nell'Assemblea plenaria della CALRE svoltasi presso il Parlamento dell'Andalusia a Siviglia nel novembre 2017 e presso il Parlamento delle Azzorre nel novembre 2018. Di seguito le relazioni finali relative agli anni 2017 e 2018 .

Relazione finale 2017
Slide di sintesi della Relazione finale 2017
Relazione finale 2018 IT
Relazione finale 2018 EN

In data 22 giugno 2018, il Consiglio regionale ha organizzato, a L'Aquila, il Convegno dedicato al tema delle "Calamità naturali e cambiamenti climatici". Di seguito gli atti del Convegno:

  1. Pitari, Visioni (Università degli studi dell'Aquila Dipartimento di Scienze Fisiche e Chimiche CETEMPS) - Cambiamento climatico e disastri naturali: possibili strategie di mitigazione;
  2. Presidente Consiglio regionale dell'Abruzzo – sintesi delle attività svolte dal Gruppo di lavoro CALRE "Calamità naturali";
  3. Faggian (Gran Sasso Science Institute) - Impatti socio-economici dei disastri naturali;
  4. Valensise (Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Roma) - La mitigazione del rischio sismico: metodi e prospettive.

Archivio:

CALRE Dichiarazione dell'Aquila 2011