VI Commissione: Di Matteo su piccoli aeroporti

Versione stampabileVersione stampabile
(25/09/2013 - 17:59)

(ACRA) – «Con l’approvazione, in sede deliberante e all’unanimità della risoluzione n. 5/2013 la VI Commissione consiliare regionale ha fornito al presidente Chiodi uno strumento di difesa dei piccoli aeroporti da far valere in sede di conferenza Stato Regioni nel delicato momento di definizione della posizione italiana nella riformulazione complessiva della normativa europea in materia, una normativa che rischia di dimostrarsi restrittiva e penalizzante». Così il consigliere regionale Emiliano Di Matteo, presidente della VI Commissione, commenta l’approvazione della risoluzione con cui la Regione Abruzzo «chiede all’Europa di prevedere l’esclusione dall’applicazione della disciplina sugli aiuti di Stato agli aeroporti sotto il milione di passeggeri l’anno, consentendo agli enti pubblici di continuare a sostenere economicamente quelle realtà aeroportuali che hanno dimostrato un forte impatto sulla crescita del territorio e, nel contempo, una significativa valenza turistica. Se viene riconosciuto il ruolo strategico dei piccoli aeroporti regionali – spiega Di Matteo – deve essere concretamente consentito agli stessi di crescere e, per farlo, devono poter contare su risorse certe, ovviamente incrementali rispetto a quelle attualmente disponibili e compatibili con le norme del mercato interno. Si tratta di preziose strutture infrastrutturali – continua il presidente della VI Commissione – su cui gli enti pubblici hanno già investito ingenti disponibilità finanziarie, che non possono essere vanificate e che negli ultimi anni, anche grazie alle offerte Low Cost, hanno prodotto incoraggianti segnali di crescita. Per questo auspichiamo che le altre regioni italiane seguano l’esempio dell’Abruzzo nella richiamata sede di confronto nazionale, così che tutte insieme possano far sentire la loro voce».(com/gil.pet.)