Trasporto: Si rispetti risoluzione Commissione

Versione stampabileVersione stampabile
(26/10/2018 - 11:22)

(ACRA) - Il Consigliere Pierpaolo Pietrucci ritorna sul tema Servizi Minimi di Trasporto Pubblico a seguito di una nota dei lavoratori TUA di Avezzano redatta in occasione di una assemblea tenutasi presso l'Unità di produzione marsicana lo scorso 16 ottobre. Il tema rientra certamente tra le priorità da definire in questo fine legislatura della Giunta regionale e ciò anche alla luce di quanto previsto nella Risoluzione approvata dalla Commissione Territorio e Infrastrutture presieduta proprio dal Consigliere Pietrucci e che, unitamente al passaggio della Legge Regionale sui Livelli di Servizi Minimi di Trasporto Pubblico, aveva previsto un apposito tavolo di confronto tecnico per determinare nel dettaglio proprio la Rete di tali Servizi. Un confronto richiesto, recepito e sancito in quella Risoluzione a seguito di un percorso di ascolto degli Enti locali che aveva visto l'espressione dei Sindaci di Avezzano e Sulmona e, con particolari sottolineature, i Sindaci di Giulianova e di Teramo dopo che anche il Consiglio Comunale dell'Aquila, riunitosi in via straordinaria, aveva approvato all'unanimità un ordine del giorno che chiedeva un approfondimento del tema della gestione dei Servizi che collegano la Città Capoluogo alla Capitale. Pietrucci spiega: "A suo tempo mi sono adoperato immediatamente trasmettendo all'Azienda TUA il testo della risoluzione perché ne fosse data applicazione al contenuto e, fino ad oggi, correttamente, l'azienda ne ha osservato il senso. Oggi però qualcosa è cambiato, come denuncia l'allarme dei lavoratori di Avezzano e come si evince da disposizioni aziendali che annunciano, prima ancora che quel confronto si avvii, determinazioni che violano il contenuto della risoluzione qui richiamata. Per tali ragioni, consapevole delle ricadute che il tema del trasporto pubblico locale rappresenta per le aree interne del territorio abruzzese, torno a sollecitare l'avvio del percorso sancito nella risoluzione e mi adopererò immediatamente inviando una ulteriore nota in merito all'Azienda TUA. Non intendo assolutamente permettere, infatti, che venga vanificato e depauperato un lavoro complesso di ascolto del territorio e di tutti i soggetti portatori di interesse convenuti che abbiamo voluto recepire nella Risoluzione della Commissione Territorio ed Infrastrutture ed il cui valore, citato anche nel dibattito in seno al Consiglio Regionale, merita rispetto da parte di tutti gli interlocutori interessati dalla vicenda e, pertanto, anche da parte dell'Azienda Pubblica del Trasporto". (com/m.f.)