Trasparenza: Di Pangrazio cita Sandro Pertini

Versione stampabileVersione stampabile
(26/10/2018 - 17:49)

(ACRA) - Si chiude con una citazione di Sandro Pertini l'intervento del Presidente Giuseppe Di Pangrazio fatto durante la "Prima giornata della trasparenza del Consiglio regionale dell'Abruzzo", celebrata questa mattina all'Aquila con un convegno su "Accesso civico e privacy". "La corruzione – scriveva Pertini nel 1979 – è una nemica della Repubblica. E i corrotti devono essere colpiti senza nessuna attenuante, senza nessuna pietà. E dare la solidarietà, per ragioni di amicizia o di partito, significa diventare complici di questi corrotti". Di Pangrazio, facendo sue queste parole ha inoltre evidenziato i valori attraverso i quali è stata impostata la gestione dell'Assemblea regionale in questi anni: buona amministrazione, onestà e trasparenza. Gli altri interventi hanno approfondito il rapporto tra diritto di accesso e tutela della riservatezza dei dati alla luce della recente disciplina introdotta dal Regolamento Europeo n. 679 del 2016 (Regolamento Generale per la protezione dei dati personali) e dal Decreto legislativo 97/2016 in materia di accesso civico generalizzato (c.d FOIA). Sono intervenuti all'incontro Ippolito Piazza, docente all'Università di Firenze; Giovanni Guerra, esperto legale in privacy e protezione dati; Fabrizio Di Carlo, Difensore civico regionale; Walter Bonaldi, Responsabile protezione dati del Consiglio regionale. L'evento è stato moderato da Silvana De Paolis, responsabile per la prevenzione della corruzione e per la trasparenza del Consiglio che ha illustrato l'attività e i servizi svolti dall'amministrazione regionale, con particolare riferimento alle sezioni del sito istituzionale dedicate alla trasparenza. (ndl)