A Teramo il convegno sullo "Sport e il Diabete"

Versione stampabileVersione stampabile
(27/10/2017 - 16:34)

(ACRA) – Si è tenuto questa mattina a Teramo il Convegno "Lo sport e il diabete infantile", organizzato dal Gruppo di Alternativa Popolare Abruzzo con lo scopo sociale di esaltare l'importanza di praticare uno sport. L'evento, che è stato moderato dal Consigliere regionale Giorgio D'ignazio ed ha visto la partecipazione anche di Maurizio Lupi (Presidente del Gruppo Parlamentare A.P.), aveva tra le altre finalità quella di mettere in rilievo lo stato di benessere che genera per il corpo e per la mente una sana attività sportiva. Inoltre grazie alla testimonianza di Monica Priore, si è portato all'attenzione dell'opinione pubblica la conoscenza del diabete mellito di tipo 1, una forma di diabete che si manifesta prevalentemente nel periodo dell'infanzia e nell'adolescenza, anche se non sono rari i casi di insorgenza nell'età adulta. Per questa ragione fino a poco tempo fa veniva denominato diabete infantile. Nella sala polifunzionale della Provincia sono state accolte diverse classi di studenti che hanno partecipato attivamente al dibattito ed ascoltato la testimonianza di Monica Priore( la giovane donna "testimonial"affetta dal diabete mellito 1 che da tempo con le sue imprese sta dimostrando come si possa convivere e sconfiggere certe malattie. Tra le imprese della Priore la traversata dello Stretto di Messina nel 2007, risultando la prima persona con diabete di tipo 1 in Europa ad aver percorso quel tratto di mare, e la traversata a nuoto nel 2010 di parte del Golfo di Napoli.) "Oltre allo sport, la vera protagonista di questa mattinata è stata Monica Priore- afferma Giorgio D'ignazio - che seppur affetta da questa particolare malattia, l'ha contrastata con forza e determinazione "tuffandosi" nella sua grande passione: il nuoto, che l'ha portata a compiere delle traversate eroiche. La storia di questa grande donna deve essere da esempio per dimostrare a tutti noi quanto la forza di volontà ci consenta di superare qualsiasi ostacolo e forma di discriminazione – continua D'Ignazio – per questo abbiamo pensato a questa giornata di confronto sia per gli addetti ai lavori che per gli studenti. A loro mi sono rivolto ricordando l'importanza di praticare l'attività sportiva sin da ragazzi come buona pratica di vita, di socializzazione ed anche per l'aspetto legato alla prevenzione di alcune malattie." All'incontro hanno partecipato portando i loro saluti il sindaco di Teramo, Maurizio Brucchi ed il Presidente della Provincia, Renzo Di Sabatino e sono intervenuti Silvio Paolucci (Assessore regionale Sanità), Valeria Montani (Responsabile UOSD Diabetologia Atri), Italo Canaletti (Presidente provinciale CONI) e Monica Priore (testimonial dell'iniziativa). (com/m.f.)