Pietrucci: "in Provincia a difesa di Campotosto"

Versione stampabileVersione stampabile
(11/10/2018 - 17:26)

(ACRA) - Questa mattina presso la sede della Presidenza della Provincia dell'Aquila si è tenuta una manifestazione di protesta a cui hanno partecipato, ricevuti dal Presidente della Provincia Angelo Caruso, sindaci e amministratori di Campotosto, Montereale e Capitignano, allevatori della zona, associazioni di categoria. La manifestazione è stata promossa dal consigliere regionale Pierpaolo Pietrucci. "Al centro delle rivendicazioni - spiega Pietrucci - la questione della strada provinciale 2, da Aringo di Montereale a Campotosto, interrotta da una frana e mai ripristinata da due anni, nonostante la Provincia abbia anche ricevuto nel luglio scorso i fondi necessari dalla Regione grazie a una misura approvata su impulso dai consiglieri Pietrucci e Di Nicola". Pietrucci sottolinea: "È una situazione che definire intollerabile è perfino riduttivo. Parliamo di una interruzione viaria che strozza le attività commerciali e i pochi, eroici cittadini che continuano a vivere in quell'area. La beffa sta nel fatto che i fondi necessari sono a disposizione e non si spendono per inerzia: ma compito degli amministratori, specialmente quando si hanno di fronte problemi di cui sono vittime popolazioni che già tanto e troppo hanno dovuto patire, è risolvere, non rallentare. Abbiamo una responsabilità morale nei confronti della popolazione dell'Alto Aterno, in primis, ma soprattutto, nel caso di specie, quella di Campotosto. Il Presidente della Provincia Caruso si è impegnato come primo passo a recarsi mercoledì con i tecnici sul luogo dell'interruzione; soprattutto, a stretto giro, dovrà avviare i lavori per la riapertura di almeno una corsia della strada e farlo prima dell'arrivo delle intemperie, come la neve, che in quei luoghi sono ormai imminenti, che rischiano di rendere impossibili i lavori e rimandarli ancora di mesi. Si proceda quindi, senza perdere un'ora di più, oppure la protesta, che sinora è stata civile e nell'ordine della compostezza, assumerà forme eclatanti. E non serve specificare da che parte mi troverei anche in questa inammissibile eventualità, e per chi combatto". (com/red)