Par condicio in vista delle elezioni regionali

Versione stampabileVersione stampabile
(27/12/2018 - 09:51)

(ACRA) - In occasione del prossimo turno elettorale che si svolgerà il 10 febbraio 2019, il Co.Re.Com Abruzzo ha inviato una nota sulle direttive impartite dalla Direzione generale della Giunta regionale in merito al "divieto per le Pubbliche Amministrazioni di svolgere attività di comunicazione" (art.9 legge 22 febbraio 2000, n. 28). Pertanto, a far data dalla convocazione dei comizi, giovedì 27 dicembre 2018, e fino alla chiusura delle operazioni di voto di domenica 10 febbraio 2019, "è fatto divieto a tutte le Amministrazioni pubbliche di svolgere attività di comunicazione ad eccezione di quelle effettuate in forma impersonale ed indispensabili per l'efficace assolvimento delle proprie funzioni". L'espressione "pubblica amministrazione" si riferisce agli organi rappresentativi degli enti e non ai singoli soggetti titolari di cariche pubbliche; naturalmente, i singoli soggetti titolari di cariche pubbliche, se candidati, possono compiere attività di propaganda al di fuori dell'esercizio delle proprie funzioni istituzionali, sempre che, a tal fine, non vengano utilizzati mezzi, risorse, personale e strutture assegnati alle pubbliche amministrazioni per lo svolgimento delle loro competenze. Nella circolare, si ritiene che il divieto trovi applicazione per tutte le forme di comunicazione e non solo per quelle realizzate attraverso i mezzi radiotelevisivi e la stampa. (red)