Monticelli: "10 anni Network delle Aree Protette"

Versione stampabileVersione stampabile
(26/09/2018 - 15:36)

(ACRA) - AdriaPAN compie 10 anni. A celebrare il traguardo raggiunto dal Network delle Aree Protette costiere e marine del Mare Adriatico è stata una cerimonia che questa mattina si è tenuta nell'auditorium del Comune di San Benedetto del Tronto, alla quale ha partecipato, tra gli altri, il consigliere regionale Luciano Monticelli, che nel 2008, anno di fondazione della rete in questione, era presidente del Consorzio di Gestione dell'Area Marina Protetta Torre di Cerrano. Assieme a Monticelli hanno preso parte all'incontro anche Pasqualino Piunti, sindaco di San Benedetto del Tronto, Sergio Trevisani, Responsabile delle Aree Protette del Comune di San Benedetto, Ruggero Latini, presidente del Comitato di Indirizzo della Riserva Naturale della Sentina, Carlo Franzosini e Saul Ciriaco dello Shoreline-AMP Miramare, Francesca Pulcini di Legambiente Marche, Maurizio Mattioli del Comitato TAG Costa Mare e Fabio Vallarola, direttore AMP Torre del Cerrano e Coordinamento AdriaPAN. Proprio la Torre del Cerrano, assieme a Miramare, costituì all'epoca la prima area protetta dalla quale prese avvio tale progetto. "L'obiettivo – spiega in proposito Monticelli – era quello di facilitare i contatti tra aree protette, in modo da portarne al massimo l'efficacia gestionale e la capacità progettuale in partenariato". Da allora la strada percorsa è stata tanta: ad oggi, infatti, il numero dei membri effettivi conta oltre 40 aree protette di tutti i paesi bagnati dall'Adriatico e più di 30 organizzazioni associate (istituzioni, NGO, imprese, ecc.)". "Il documento fondativo di AdriaPAN – continua il consigliere regionale abruzzese – è la 'Carta di Cerrano', che ovviamente prende il nome in onore al luogo dove tutto ciò è nato. È il punto finale di un lungo percorso di un testo condiviso, fortemente voluto perché la rete AdriaPAN crea sinergie utili e stimola l'attuazione di iniziative di interesse comune, garantendo dunque una vera e propria cooperazione per salvare gli ecosistemi della nostra costa e del mare". "Da questo punto di vista – interviene in merito Vallarola – si tratta di una rete di vitale importanza, perché le singole aree protette costituiscono sul territorio nazionale piccoli soggetti, mentre in questo modo ci è permesso unire le capacità economiche e le competenze da mettere a frutto per realizzare tanti progetti, come effettivamente in questi 10 anni è accaduto. Il successo del network ci dimostra come a livello locale ci sia bisogno di aree protette, quindi il nostro scopo è quello di lavorare anche per il futuro secondo questa visione e garantire così la conservazione della biodiversità". Nel corso dell'evento il sindaco Piunti ha consegnato a Luciano Monticelli l'immagine vincitrice del Concorso Europeo EUinmyRegion, che riproduce la Riserva Naturale della Sentina, una zona che proprio grazie a un progetto di rete è stata riportata alla sua originale valenza. (com/red)