Marcozzi (M5S) su vertenza Mercatone Uno

Versione stampabileVersione stampabile
(07/06/2019 - 13:05)

(ACRA) - "Il Ministero dello Sviluppo Economico presenterà un emendamento al Decreto Crescita per ampliare il Fondo per le vittime di mancati pagamenti, dal valore di 30 milioni di euro, anche ai fornitori di Mercatone Uno. Ad annunciarlo è stato il Ministro Luigi Di Maio, confermando l'attenzione massima che il governo del MoVimento 5 Stelle sta ponendo sulla questione fin dalla notizia del fallimento della Shernon, il 24 maggio scorso". Lo afferma il capogruppo del Movimento 5 stelle Sara Marcozzi, che spiega: "Nella nostra regione, Mercatone Uno ha tre punti vendita e 105 dipendenti che sono stati mandati a casa improvvisamente, senza alcun tipo di preavviso. L'auspicio è che possa arrivare il prima possibile l'autorizzazione dal Tribunale di Milano alla procedura di amministrazione straordinaria. Ciò consentirà di riprendere l'esercizio provvisorio e permetterà il ricorso agli ammortizzatori sociali". "Adesso - prosegue Marcozzi - tocca alla giunta regionale di centro destra fare la propria parte e seguire col massimo dell'attenzione lo sviluppo della crisi di Mercatone Uno, lavorando in costante sinergia col Mise, che come testimoniato dai fatti ha compiuto tutti gli atti possibili in attesa di poter procedere alla fase di reindustrializzazione. Garantire un futuro stabile ai lavoratori abruzzesi è il nostro obiettivo primario. La Regione deve organizzare, nel minor tempo possibile, incontri tecnici sul territorio, ascoltando tutti i portatori di interesse e raccogliendo informazioni utili a individuare soluzioni per la salvaguardia dei posti di lavoro - conclude il capogruppo M5S - così da poter svolgere un ruolo da protagonista al prossimo Tavolo tecnico che verrà convocato al Mise". (com/red)