Febbo e Sospiri su provvedimenti approvati in Aula

Versione stampabileVersione stampabile
(12/06/2018 - 15:34)

(ACRA) - "L'introduzione della doppia preferenza di genere andando a modificare la legge elettorale e la salvaguardia delle indennità di rischio dei medici di base diventano oggi, attraverso l'approvazione di due specifiche Leggi regionali in Consiglio regionale, risposte concrete e vere di cui siamo orgogliosi e soddisfatti". Questo il commento dei consiglieri regionali di Forza Italia Mauro Febbo e Lorenzo Sospiri che sottolineano quanto segue: "L'assise regionale ha finalmente recepito un obbligo costituzionale di legge modificando la nostra legge elettorale inserendo la parità di rappresentanza di genere. Seppur sottolineiamo con rammarico come questo Governo regionale ben poco abbia fatto in materia di sociale e politiche di tutela alla maternità, asilo nido e parità di genere con tale emendamento invece le donne avranno la possibilità di accrescere la possibilità di essere elette nelle istituzioni regionali con la rappresentanza di genere in aula". "Inoltre - continuano Febbo e Sospiri - nella seduta odierna approviamo in maniera convinta anche la Legge con la quale, dopo un anno, andiamo finalmente a tutelare le indennità di rischio dei medici di base che non dovranno più restituire alle Asl di appartenenze le spettanze percepite dal 2006. Finalmente si chiude oggi una vicenda gestita con scarsa attenzione. La sanità territoriale oggi può tornare a lavorare in maniera più serena e con qualche certezza in più". "Infine - concludono Febbo e Sospiri - con il nostro voto favorevole abbiamo approvato la Legge che istituisce 700 mila euro quale fondo di rotazione a favore del Consorzio di Bonifica Centro al fine di dare una risposta concreta e tangibile all'aumento ingiustificato dei canoni idrici in un settore quello agricole che negli anni soffre sempre di più". (com/red)