Bussi,M5S:"Attenzione del PD dopo nostra denuncia"

Versione stampabileVersione stampabile
(26/10/2018 - 15:31)

(ACRA) - Il consigliere regionale Domenico Pettinari interviene sulla questione ambientale che interessa l'area di Bussi e scrive: "Siamo felici che si sia svegliato anche Moscone (PD) sulla questione dei terreni all'interno del Sin Bussi acquistati dal Comune dalla Solvay. Meglio tardi che mai. Evidentemente la nostra denuncia del 5 ottobre ha iniziato a far smuovere qualche coscienza anche negli ambienti che per troppo tempo si sono 'distratti' su questa questione. Come abbiamo già sostenuto da tempo, infatti, leggendo l'Accordo di Programma sottoscritto nel 2017, tra il Ministero dell'Ambiente, la Regione Abruzzo, il Comune di Bussi e la Solvey, relativo alla procedura ad evidenza pubblica per l'affidamento della progettazione esecutiva ed esecuzione degli interventi di bonifica delle aree esterne Solvay in Bussi sul Tirino, notiamo che al comma 4, dell'articolo 2 (Passaggio di proprietà delle Aree Solvay), è riportato : 'il passaggio di proprietà delle Aree Solvay non potrà in alcun caso avvenire in caso di mancata aggiudicazione della Procedura di Gara, nonché in caso di mancata stipula del contratto. In tal caso le Parti dichiarano sin d'ora di non aver nulla a pretendere l'un l'altra in ragione del mancato verificarsi di tali presupposti". "Ed il contratto sembrerebbe proprio mancare, non essendo stato ancora firmato – continua Pettinari - così come dichiarato dallo stesso Sindaco del Comune di Bussi sul Tirino nella sua missiva dell'11 luglio 2018, (protocollo n. 4245) inviata al Ministro Costa, dove si legge chiaramente, tra le altre cose: 'Inoltre non è stato ancora nominato il direttore dei lavori, non è stato ancora sottoscritto il contratto con la società aggiudicataria e non è avvenuto il trasferimento delle risorse disponibili nella contabilità speciale n. 3911 all'uopo istituita'. Un aspetto che violerebbe quanto previsto dall'Accordo tra Ministero, Regione e Comune, che di fatto non avrebbe dovuto permettere al Comune di Bussi di poter procedere a sottoscrivere l'atto di compravendita. Crediamo che sia importante che tutti gli aspetti da noi sollevati trovino una risposta. Se lo meritano i cittadini di Bussi e se lo merita tutta la provincia di Pescara". (com/red)