Braga:Monticelli ringrazia il Presidente Valente

Versione stampabileVersione stampabile
(17/09/2018 - 08:54)

(ACRA) - "Un ringraziamento per il ruolo svolto con grande senso di responsabilità e per l'ottimo rapporto istaurato, cosa che ha reso molto più facile la risoluzione di questioni spinose, affrontate in grande sinergia". Così il consigliere Delegato alla Cultura della Regione Abruzzo Luciano Monticelli commenta la scelta del presidente del Conservatorio 'Gaetano Braga' di Teramo, Sergio Quirino Valente, di non ricandidarsi allo scadere del suo mandato alla guida della celebre istituzione musicale. Una scelta maturata dopo aver lavorato per riportare il 'Braga' a una condizione vitale e risanata. "Nel rispetto della decisione presa – continua in merito Monticelli – ritengo di aver sempre avuto un ottimo rapporto con il presidente, ma anche con il Direttore Federico Paci e con tutto il Consiglio di Amministrazione. Proprio tale peculiarità ha consentito all'Ente Regione di collaborare e supportare il Conservatorio teramano, aiutandolo nella risoluzione di grandi problemi, primo fra tutti la difficoltà manifestata dall'istituzione teramana di coprire l'intero fabbisogno economico di gestione dell'istituto".Il riferimento è all'annosa questione legata alla statalizzazione del Conservatorio, decisione che ha comportato l'obbligo, per Regione Abruzzo, Comune di Teramo, Amministrazione provinciale teramana e Comune di Giulianova, di provvedere al pagamento delle retribuzioni dovute al personale dipendente e dei compensi ai prestatori di lavoro autonomi. "Le erogazioni effettuate – continua Monticelli – si sono rivelate insufficienti, così l'Ente Regione si è resa promotrice, lo scorso maggio, di un incontro congiunto per discutere la questione e ipotizzare possibili linee di intervento, scegliendo di erogare, a prescindere dalle decisioni che gli altri enti riterranno di assumere per la gestione della vicenda, 300mila euro". Un gesto importante che, se dal punto di vista simbolico dimostra la sensibilità rivolta dalla Regione verso il Conservatorio, da quello più pratico ha quasi totalmente azzerato il debito. "Come Regione e come Delegato alla Cultura – conclude Monticelli – continueremo a essere vicini all'istituzione musicale teramana. Nel frattempo grazie a Quirino Valente per l'impegno dimostrato e per la passione messa in ogni cosa". (com/m.f.)