FAQ bando contributi imprese LR 49/2017

Versione stampabileVersione stampabile

FAQ - bando concessione contributi ai sensi della LR 49/2017

di seguito sono riportate le richieste di chiarimento pervenute a mezzo mail e le risposte fornite

 Progr. Pubblicato il
QUESITO  RISPOSTA
1 03.10.2017 IN RIFERIMENTO ALLA LEGGE IN OGGETTO (L.R. 49/2017), VORREI GENTILMENTE SAPERE SE LE IMPRESE OPERANTI NEL COMUNE DI TERAMO VI RIENTRANO TUTTE OPPURE SOLO QUELLE DANNEGGIATE, CHE HANNO AVUTO L'INAGIBILITÀ DEL FABBRICATO IN QUANTO IL COMUNE DI TERAMO È STATO INSERITO SUCCESSIVAMENTE NELL'ELENCO DEI COMUNI COLPITI DAGLI EVENTI SISMICI 2016/2017 IN SEDE DI CONVERSIONE DEL DL N.189 DEL 17.10.2016 CON DELLE LIMITAZIONI.

L'articolo 2 del Bando prevede che possono presentare la domanda di concessione dei contributi le imprese che, tra l'altro, abbiano sede operativa al 18/01/2017 presso uno dei comuni di cui all'allegato A del presente bando, ricadenti nel territorio della Regione Abruzzo, e che risultino operative alla data di presentazione della domanda in uno dei suddetti comuni e il Comune di Teramo risulta presente tra i Comuni di cui all'Allegato A del bando.
Pertanto, tutte le imprese operanti nel Comune di Teramo che rispondano ai requisiti previsti dall'articolo 2 del bando possono presentare domanda

2 03.10.2017 IN RIFERIMENTO AL BANDO PUBBLICATO SUL BURAT SPECIALE N. 99 DEL 29.09.2017, SI CHIEDE SE GLI STUDI PROFESSIONALI, I LIBERI PROFESSIONISTI O SOCIETÀ TRA PROFESSIONISTI (STP) POSSANO PRESENTARE DOMANDA DI CONCESSIONE AI CONTRIBUTI.

L'articolo 2 del Bando recita che "Possono presentare domanda le imprese costituite in forma individuale, cooperativistica o societaria"; per impresa si intende l'esercizio di un'attività economica diretta alla produzione o allo scambio di beni e di servizi.
Pertanto, i soggetti che svolgono attività libero professionale, ancorché costituiti in forma societaria, non rientrano tra i destinatari del bando di che trattasi.

3 04.10.2017

CON LA PRESENTE SONO A CHIEDERE CHIARIMENTI IN MERITO ALL'ART.2 COMMA 1 LETTERA A) DELL'AVVISO PUBBLICO DI CUI ALLA LEGGE 49/2017.
IN PARTICOLARE AVREI BISOGNO DI CONOSCERE LA MODALITÀ DI CALCOLO DEL NUMERO DI DIPENDENTI.
IL CASO È QUESTO. UNA DITTA CON NUMERO CINQUE DIPENDENTI DI CUI 2 A TEMPO PARZIALE ED UN DIPENDENTE ASSUNTO IN DATA 01/07/2017.
TALE DITTA AVREBBE QUINDI UN NUMERO DI DIPENDENTI IN TERMINI DI U.L.A. PARI A 4,03075 COSÌ DETERMINATO:

IL CASO È QUESTO. UNA DITTA CON NUMERO CINQUE DIPENDENTI DI CUI 2 A TEMPO PARZIALE ED UN DIPENDENTE ASSUNTO IN DATA 01/07/2017.
TALE DITTA AVREBBE QUINDI UN NUMERO DI DIPENDENTI IN TERMINI DI U.L.A. PARI A 4,03075 COSÌ DETERMINATO:
N.3 DIPENDENTI A TEMPO PIENO - U.L.A.=3
N.1 DIPENDENTE PART TIME 77,78 % - U.L.A.=1*77,78%=0,7778
N.1 DIPENDENTE PART TIME 50,55 % (SEI MESI) - U.L.A.=1*50,55%*6/12=0,25275
L'ART.2 COMMA 1 LETTERA A) DELL'AVVISO PUBBLICO DI CUI ALLA LEGGE 49/2017 TESTUALMENTE RECITA: "ABBIANO MENO DI CINQUE DIPENDENTI (DA 0 A 4)".
NEL CASO DI SPECIE LA DITTA AVREBBE UN NUMERO DI DIPENDENTI PARI A 4,03075 QUINDI INFERIORE A CINQUE MA SUPERIORE A QUATTRO.
NEL CASO IN CUI NON SI COMPUTASSE LA FRAZIONE DI ANNO PER IL DIPENDENTE ASSUNTO A LUGLIO, IL NUMERO DIPENDENTI, SEMPRE IN TERMINI DI ULA SAREBBE IL SEGUENTE:
N.3 DIPENDENTI A TEMPO PIENO - U.L.A.=3
N.1 DIPENDENTE PART TIME 77,78 % - U.L.A.=1*77,78%=0,7778
N.1 DIPENDENTE PART TIME 50,55 % - U.L.A.=1*50,55%=0,5055
LA DITTA AVREBBE QUINDI UN NUMERO DI DIPENDENTI PARI A 4,2833, E PERTANTO INFERIORE A CINQUE MA SUPERIORE A QUATTRO.
PUÒ LA DITTA IN OGGETTO PARTECIPARE AL BANDO?

L'articolo 2 del Bando prevede che possono presentare la domanda di concessione dei contributi le imprese costituite in forma individuale, cooperativistica o societaria che, tra l'altro, abbiano meno di cinque dipendenti specificando che tale limite va inteso nel senso che il numero di dipendenti non può essere uguale a 5 e deve essere, pertanto, compreso tra 0 e 4 considerando ammissibili, a tal fine, anche eventuali superamenti delle quattro unità con decimali derivanti da contratti a tempo parziale.
Pertanto, tutte le imprese – in possesso dei requisiti previsti dall'articolo 2 del bando - che abbiano un numero di dipendenti inferiore a 5 possono presentare domanda
4 04.10.2017 COSA SI INTENDE PER SEDE OPERATIVA DELL'ATTIVITÀ? UNA PICCOLA DITTA ARTIGIANA CHE HA SEDE LEGALE IN UNO DEI COMUNI DEL CRATERE MA CHE ESEGUE OPERATIVAMENTE DEI LAVORI ANCHE SU ALTRI COMUNI NON FACENTI PARTE DEL CRATERE SISMICO, PUÒ PARTECIPARE ALL'AVVISO PUBBLICO? Nel caso di ditta individuale o di piccola impresa artigiana, qualora la sede operativa non sia espressamente indicata negli atti del registro delle imprese, la stessa coincide con la sede legale.
 5 04.10.2017

TRA LE SPESE DI GESTIONE RIENTRANO: 1) MERCI ACQUISTATE E DESTINATE ALLA RIVENDITA DA PARTE DI UNA DITTA CHE SVOLGE ATTIVITÀ DI COMMERCIO AL DETTAGLIO; 2) SPESE DI MANUTENZIONE SOSTENUTE DA UN CENTRO ESTETICO PER SOSTITUZIONE LAMPADE DI MACCHINARI ESTETICI; 3) SPESE PER CARBURANTE AUTOCARRO/AUTOVETTURA; 4) SPESE DI MANUTENZIONE AUTOCARRO/AUTOVETTURA; 5) SPESE DI TRASPORTO VARIE; 6) SPESE DI NOLEGGIO ATTREZZATURE;
7) PREMI ASSICURATIVI AUTOCARRI/AUTOVEICOLI; 8) PREMI ASSICURATIVI RELATIVI ALL'ATTIVITÀ?

TRA LE SPESE DI GESTIONE RIENTRANO LE SPESE DEL CONSULENTE PER LA NORMALE TENUTA DELLA CONTABILITÀ E PER L'ELABORAZIONE DEI CEDOLINI PAGA? INOLTRE, VI RIENTRANO LE SPESE DEL CONSULENTE PER L'ELABORAZIONE DEL PROGETTO IMPRENDITORIALE RELATIVO ALL'AVVISO PUBBLICO IN QUESTIONE?

TRA LE SPESE DI INVESTIMENTO VI RIENTRANO AUTOCARRI STRUMENTALI ALL'ATTIVITÀ DI IMPRESA COME FURGONI PER IL TRASPORTO MERCI, CAMIONCINI ETC...?

L'Art. 3 del bando elenca a titolo esemplificativo ma non esaustivo quali siano le spese ammissibili al contributo, che possono essere individuate in tutte le spese strettamente necessarie e funzionali all'esercizio dell'attività di impresa, ad eccezione di quelle espressamente escluse.
Pertanto, le tipologie di spese elencate nel quesito risultano essere tutte ammissibili.
6 04.10.2017

LE SPESE DI INVESTIMENTO PREVEDONO CHE GLI ACQUISTI SIANO RELATIVI A BENI SOLO NUOVI OPPURE POSSONO ESSERE ANCHE USATI?

Il bando all'art. 3 rubricato "Contributo: spese ammissibili, entità ed obblighi dell'impresa" non fa riferimento nello specifico all'acquisto di beni "nuovi".
Pertanto è ammissibile anche la spesa relativa all'acquisto di un bene "usato"
7 04.10.2017

LE SPESE DI GESTIONE E/O DI INVESTIMENTO PAGATE PER CONTANTI SONO AMMESSE A CONTRIBUTO?

Le spese pagate in contanti sono ammissibili nei limiti della vigente normativa sull'uso del denaro contante; l'art. 3 comma 7 del bando prevede che, per l'erogazione del contributo, debbano essere presentati le fatture o documenti fiscalmente equivalenti, corredati da idonea documentazione comprovante l'avvenuta estinzione del debito, o quietanzati attraverso dichiarazione del fornitore, che ne attesti il regolare pagamento.

Pertanto, sono ammissibili tutte le spese di gestione e/o di investimento pagate in contanti nei limiti della vigente normativa, il cui pagamento risulti comprovato da fattura o documento fiscalmente equivalente, corredato da dichiarazione del fornitore, che ne attesti il regolare pagamento.

8 04.10.2017 UNA SPESA DI INVESTIMENTO CHE ALLA DATA DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA RISULTA PAGATA SOLO IN PARTE, MEDIANTE RI.BA , E CHE SARÀ COMPLETAMENTE PAGATA NEL 2018, PUÒ ESSERE AMMESSA A CONTRIBUTO? L'art. 3 comma 6 stabilisce che il contributo, è erogato nella misura del 100% per le spese già sostenute e documentate, nella misura del 70% - a titolo di acconto – e del 30% - a titolo di saldo (dietro presentazione di documentazione) - per le spese non ancora sostenute, ma che comunque l'impresa sosterrà entro il 31.12.2017. In tal caso dovrà essere stipulata apposita garanzia fideiussoria, escutibile a prima richiesta, del valore pari all'anticipo indicato nell'istanza e di durata non inferiore a 12 mesi, da allegare alla domanda di partecipazione.
Pertanto:
• tutte le Ricevute Bancarie effettivamente pagate al momento di presentazione della domanda sono ammesse al contributo
• per la rate da pagare entro il 31 dicembre può essere richiesto un contributo a titolo di acconto, con le modalità stabilite nel bando.
• le rate che dovranno essere saldate nel 2018 sono escluse dall'ammissione al contributo.
9 04.10.2017

SI SOTTOPONE IL CASO DI UN'OPERAZIONE STRAORDINARIA DI CONFERIMENTO D'AZIENDA: IN DATA 18.01.2017 RISULTA ATTIVA UNA DITTA INDIVIDUALE, CHE IN DATA 01.02.2017 VIENE INTERAMENTE CONFERITA IN UNA S.N.C. DI NUOVA COSTITUZIONE. PER CUI, ATTUALMENTE, LA DITTA INDIVIDUALE RISULTA CESSATA MENTRE È ATTIVA LA S.N.C. LA NUOVA SOCIETÀ PUÒ PRESENTARE DOMANDA?

L'art. 2 del bando prevede che possono presentare domanda le imprese costituite in forma individuale, cooperativistica o societaria che, tra l'altro, risultino attive presso la competente Camera di Commercio Industria e Artigianato alla data del 18/01/2017, nonché alla data di presentazione della domanda;
Pertanto, la società s.n.c., essendo di nuova costituzione a partire dal 1.2.2017, non può presentare domanda, in quanto non risulta attiva, ovvero iscritta alla competente Camera di Commercio, al 18.01.2017.
 10 04.10.2017  UN'ATTIVITÀ DI AUTOTRASPORTO MERCI C/TERZI PUÒ PRESENTARE DOMANDA? L'art. 1 del regolamento europeo 1407/2013 definisce il campo di applicazione degli aiuti concessi alle imprese ed esclude dal contributo settori espressamente indicati.
Come precisato nell'art. 3 comma 2 del citato regolamento, le imprese che effettuano solo attività di trasporto merci su strada per conto terzi possono richiedere contributi fino a un importo massimo di 100.000 euro nell'arco di tre esercizi finanziari.

Pertanto, l'impresa che effettua attività di autotrasporto merci per conto terzi può presentare domanda, ovviamente nei limiti stabiliti dal Regolamento 1407/2013.

 11 04.10.2017 IL CALCOLO DEL NUMERO DEI DIPENDENTI (SIA PER ESSERE AMMESSI < DI 5, CHE PER IL CALCOLO DEL PUNTEGGIO, VEDI GRIGLIA PUNTEGGIO) IL NUMERO VIENE CONSIDERATO IN ULA (UNITÀ LAVORATIVE ANNUE) CIOÈ I DIPENDENTI PART-TIME VENGONO RIPROPORZIONATI IN BASE ALLE ORE LAVORATE?? QUINDI 4 DIPENDENTI OGNUNO LAVORA PER 10 ORE SETTIMANALI EQUIVALGONO AD 1 DIPENDENTE A TEMPO PIENO OPPURE SONO CONSIDERATI COME 4 DIPENDENTI? Come già esplicitato nella risposta al quesito n. 3, i dipendenti sono considerati come ULA e dunque il numero dei dipendenti va riproporzionato in base alle ore lavorate.
Pertanto, l'impresa che ha alle sue dipendenze 4 unità di personale per 10 ore settimanali può presentare domanda.
 12 04.10.2017 IN RIFERIMENTO ALL'AVVISO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI AI SENSI DELLA LEGGE REGIONALE 30 AGOSTO 2017, N. 49, RECANTE "NORME PER IL SOSTEGNO ALLE PICCOLE IMPRESE OPERANTI NEI TERRITORI DELLA REGIONE INTERESSATI DAGLI EVENTI SISMICI 2016 E 2017 SI CHIEDE DI CHIARIRE SE LE FATTURE (ART. 3 comma 7 del bando) CON LA DICITURA "RIMESSA DIRETTA A VISTA FATTURA"(PAGAMENTO IN CONTANTI) SONO DA CONSIDERARSI GIA' COMPROVANTI L'ESTINZIONE DEL DEBITO NEI CONFRONTI DEL FORNITORE (QUIETANZA DI PAGAMENTO).  Vedi risposta al quesito N. 7
13 05.10.2017 IN RIFERIMENTO ALLA LEGGE IN OGGETTO (L.R 49/2017) VORREI SAPERE SE, RELATIVAMENTE ALLA GARANZIA FIDEIUSSORIA DA PRESENTARE PER LE SPESE NON ANCORA SOSTENUTE, ESISTE UNO SCHEMA DI FIDEIUSSIONE A CUI FAR RIFERIMENTO Non esiste uno schema cui far riferimento, basta che la fideiussione sia stipulata sulla base delle regole esistenti e contenga tutti gli elementi necessari per la sua validità.
14 05.10.2017 IN RIFERIMENTO ALLA LEGGE IN OGGETTO (L.R 49/2017) VORREI SAPERE SE RELATIVAMENTE ALLE SPESE (DI INVESTIMENTO) NON ANCORA SOSTENUTE (E DA SOSTENERE ENTRO DICEMBRE 2017) POSSO PRESENTARE ISTANZA AD OTTOBRE RIPORTANDO NEL MODULO DI DOMANDA DELL'AVVISO UNA FATTURA PRO-FORMA SENZA PRESENTARE UNA FIDEIUSSIONE (POICHÉ NON MI INTERESSA RICEVERE UN ANTICIPO DEL 70% DEL CONTRIBUTO). Per gli investimenti e le spese ancora da sostenere, debitamente indicate nel progetto imprenditoriale (o piano d'impresa) e nell'ambito della documentazione a corredo della domanda, la fideiussione è necessaria solo se si richiede l' acconto sull'eventuale contributo.
Di converso, se non è richiesto alcun anticipo sul contributo eventualmente spettante in esito all'istruttoria per la formazione della graduatoria, non occorre né fattura-pro forma, né fideiussione, atteso che la spesa non è stata ancora sostenuta, ma solo preventivata.
15 05.10.2017 COME SI INTERPRETA L'ART. 2 COMMA 1 LETTERA B? OVVERO, SE MI SONO ISCRITTO IN CAMERA DI COMMERCIO A NOVEMBRE 2016 E HO INIZIATO MATERIALMENTE L'ATTIVITÀ IN APRILE 2017, POSSO PARTECIPARE UTILMENTE ALL'AVVISO?
LA RATIO NELLA LEGGE 49 È IL SOSTEGNO ALLE ATTIVITÀ APERTE E A QUELLE CHE, NONOSTANTE GLI EVENTI SISMICI ABBIANO DECISO COMUNQUE DI CONTINUARE I PROGETTI DI PARTENZA:
E' CORRETTA TALE INTERPRETAZIONE?
L'iscrizione alla competente C.C.I.A.A. senza immediato inizio dell'attività economica, non preclude la partecipazione all'avviso, qualora al momento della presentazione dell'istanza l'impresa eserciti regolarmente la propria attività.
16 05.10.2017 TRA LE SPESE DI GESTIONE RIENTRANO LE SCHEDE CARBURANTE E LE SPESE DI MANUTENZIONE SOSTENUTE PER L'UTILIZZO DI UN'AUTOVETTURA A DISPOSIZIONE DELLA DITTA MEDIANTE UN CONTRATTO DI COMODATO STIPULATO CON UNA TERZA PERSONA? IN PRATICA L'AUTOVETTURA È INTESTATA AD UNA TERZA PERSONA CHE HA CONCESSO L'USO DELLA STESSA, MEDIANTE UN CONTRATTO DI COMODATO REGOLARMENTE REGISTRATO. Vedi risposta al quesito n. 5
17 05.10.2017 TRA LE SPESE DI INVESTIMENTO RIENTRANO I CANONI DI LEASING PAGATI PERIODICAMENTE PER L'ACQUISTO DI UN CAMION DA PARTE DI UNA SOCIETÀ DI TRASPORTO MERCI C/TERZI? SE SÌ, VI RIENTRA ANCHE IL MAXICANONE INIZIALE PAGATO IN COMPENSAZIONE CON IL VECCHIO CAMION DATO IN PERMUTA? IN PRATICA, PER PAGARE IL MAXICANONE INIZIALE NON C'È STATO UNA VERA E PROPRIA MOVIMENTAZIONE FINANZIARIA MA UNA PERMUTA TRA IL VALORE DEL NUOVO CAMION E IL VALORE DEL VECCHIO CAMION. Sono ammissibili al contributo I canoni di leasing pagati effettivamente al momento di presentazione della domanda;

Per i canoni da pagare entro il 31 dicembre può essere richiesto un contributo a titolo di acconto, con le modalità stabilite nel bando.

Le rate che dovranno essere pagate nel 2018 sono escluse dall'ammissione al contributo.

vedi anche risposta al quesito n. 8

Il maxicanone non è una spesa ammissibile, non essendoci stata, nel caso prospettato, alcuna movimentazione finanziaria.

18 05.10.2017 SONO PRESI IN CONSIDERAZIONE PROGETTI IMPRENDITORIALI CHE PREVEDONO SOLO IL SOSTENIMENTO DI SPESE IN CONTO GESTIONE DI MODICO IMPORTO? Il bando non prevede alcuna limitazione quantitativa per la presentazione dei progetti imprenditoriali e della correlata istanza di contributo.
19 10.10.2017 L'AVVISO PUBBLICO IN OGGETTO, ALL'ARTICOLO 6 COMMA 4 RECITA:"LE TRE GRADUATORIE FORMATE CON LE MODALITÀ SOPRA ESPOSTE PARTECIPERANNO ALL'ATTRIBUZIONE DEI BENEFICI FINANZIARI IN ORDINE CRONOLOGICO DI FORMAZIONE E APPROVAZIONE FINO ALLA CONCORRENZA DELLE RISORSE STANZIATE". QUESTO VUOL DIRE CHE SE ALLA PRIMA GRADUATORIA TERMINANO LE RISORSE LE ALTRE DUE NON AVRANNO NULLA OPPURE CHE LE RISORSE SARANNO EQUAMENTE RIPARTITE TRA LE TRE GRADUATORIE? L'art. 6 comma 4 dell'avviso stabilisce che le tre graduatorie rappresentano graduatorie distinte, formate e approvate in ordine cronologico con le modalità e le scadenze riportate al precedente comma 2, e che i benefici da attribuire saranno erogati, attribuendoli in ordine cronologico, partendo dalla prima graduatoria e poi utilizzando le successive, fino a concorrenza delle risorse stanziate.
20 10.10.2017  UN' EDICOLA HA RICEVUTO NEL MESE DI DICEMBRE 2016 LA DICHIARAZIONE DI INAGIBILITÀ DEI LOCALI E QUINDI NELLO STESSO MESE HA DOVUTO URGENTEMENTE CAMBIARE LOCALE ED HA DOVUTO SOSTENERE COSTI PER NUOVI ARREDI E PER ALLESTIRE IL LOCALE. I COSTI DEGLI ARREDI SONO STATI FATTURATI E PAGATI IN PARTE A DICEMBRE 2016 ED IN PARTE NEL 2017. CHIEDO QUINDI:
1) LE FATTURE 2016 POSSONO ESSERE INSERITE VISTO CHE L'INTERVENTO SI È COMPLETATO NEL 2017?
2) TRA I COSTI DI GESTIONE COME INSERIRE I COSTI PER L'ACQUISTO DI MERCI (QUOTIDIANI E PERIODICI) VISTO CHE VI SONO SOLO DEI DOCUMENTI NON IVA (ESTRATTI CONTO) CON IL DETTAGLIO DEGLI ADDEBITI E DEI GUADAGNI SETTIMANALI? QUESTI DOCUMENTI POSSONO GIUSTIFICARE LE SPESE PER ACQUISTO GIORNALI (CONTRATTI DI DEPOSITO – VENDITA)?

Per ciò che concerne la risposta di cui al punto 1) si rammenta che l'art. 3 comma 1 dell'avviso prevede che le spese ammissibili siano quelle sostenute dal 1.1.2017 al 31.12.2017; pertanto potranno essere considerate ammissibili tutte le spese debitamente documentate e pagate nell'anno 2017;

Per ciò che concerne la risposta di cui al punto 2) l'art. 3 comma 7 del bando prevede che, per l'erogazione del contributo, debbano essere presentati le fatture o documenti fiscalmente equivalenti, corredati da idonea documentazione comprovante l'avvenuta estinzione del debito, o quietanzati attraverso dichiarazione del fornitore, che ne attesti il regolare pagamento.

21  10.10.2017 UNO STUDIO CON CODICI ATECO DI RIFERIMENTO: 74.90.21 – CONSULENZA SULLA SICUREZZA ED IGIENE DEI POSTI DI LAVORO – IMPORTANZA: P – PRIMARIO REGISTRO IMPRESE E CODICE: 70.22.09 – ALTRE ATTIVITÀ DI CONSULENZA AMMINISTRATIVO-GESTIONALE E PIANIFICAZIONE AZIENDALE. IMPORTANZA: S – SECONDARIA REGISTRO IMPRESE, SECONDO QUANDO PREVISTO DALL'ART. 5 PUNTO, TRAMITE LA PROPRIA PEC AZIENDALE, PUÒ PRESENTARE DOMANDA (ATTRAVERSO REGOLARE DELEGA) PER CONTO DEI PROPRI CLIENTI? L'art. 2 prevede che la domanda per l'accesso al contributo di cui alla L.R. n. 49 del 30.08.2017 può essere presentata anche attraverso una casella di P.E.C. di professionista all'uopo delegato, senza alcuna specificazione. Pertanto, Nel caso in cui un imprenditore in possesso dei requisiti per l'ammissione al contributo intenda avvalersi, per la presentazione della domanda, di un professionista, ovvero di uno studio professionale o società di servizi, può farlo-conferendo la prescritta delega.
22 10.10.2017  COSA SI INTENDE PER UNA CASELLA PERSONALE DI PEC?

La Posta Elettronica Certificata (PEC) è il sistema che consente di inviare e-mail con valore legale equiparato ad una raccomandata con ricevuta di ritorno, come stabilito dalla normativa (DPR 11 Febbraio 2005 n.68).Rispetto alla Posta Elettronica ordinaria, il servizio PEC presenta delle caratteristiche aggiuntive che forniscono agli utenti la certezza a valore legale dell'invio e della consegna (o mancata consegna) delle e-mail al destinatario: ha lo stesso valore legale della raccomandata con ricevuta di ritorno con attestazione dell'orario esatto di spedizione;

Pertanto, in tal caso la P.E.C. è rappresentata dalla indirizzo di Posta Elettronica certificata (P.E.C.) del titolare dell'impresa richiedente ovvero dalla P.E..C. dell'impresa di cui è legale rappresentante e per la quale intende richiedere l'ammissione al contributo.

23  10.10.2017 UNO STUDIO CON CODICI ATECO DI RIFERIMENTO: 74.90.21 – CONSULENZA SULLA SICUREZZA ED IGIENE DEI POSTI DI LAVORO – IMPORTANZA: P – PRIMARIO REGISTRO IMPRESE E CODICE: 70.22.09 – ALTRE ATTIVITÀ DI CONSULENZA AMMINISTRATIVO-GESTIONALE E PIANIFICAZIONE AZIENDALE. IMPORTANZA: S – SECONDARIA REGISTRO IMPRESE, PUÒ ACCEDERE ALLA RICHIESTA DI CONCESSIONE DEL CONTRIBUTO, CONSIDERANDO CHE AL SUO INTERNO NON HA SOGGETTI INQUADRATI COME PROFESSIONISTI ISCRITTI AI RELATIVI ALBI PROFESSIONALI?

L'Art. 1 comma 2 della Legge 14 gennaio 2013, n. 4 disciplina le professioni non organizzate in ordini o collegi e definisce le stesse quali attività economiche, anche organizzate, volte alla prestazione di servizi o di opere a favore di terzi, esercitate abitualmente e prevalentemente mediante lavoro intellettuale, o comunque con il concorso di questo, con esclusione delle attività riservate per legge a soggetti iscritti in albi o elenchi di professionisti.

Pertanto, l'impresa richiedente non avendo al suo interno soggetti inquadrati come professionisti iscritti ai relativi albi professionali, può accedere alla richiesta di contributi di cui alle Legge 49/2017, in quanto società di servizi.

 24 10.10.2017  UNA DITTA HA ACQUISTATO "A CORPO" (DA PRIVATO CON P.IVA CHIUSA) €25.000,00 DI ATTREZZATURA VARIA; IL TUTTO SI È SVOLTO CON "SCRITTURA PRIVATA AUTENTICATA DI BENI MOBILI E ATTREZZATURE" E REGOLARMENTE REGISTRATA IN AGENZIA DELLE ENTRATE. L'ACQUISTO IN QUESTIONE PUÒ ESSERE AMMESSO A BENEFICIO? Le spese possono essere ammesse a contributo se riferite a beni e/o servizi strettamente necessari e funzionali all'esercizio dell'attività, nell'ambito del progetto imprenditoriale presentato, qualora le stesse siano comprovate da fatture debitamente quietanzate o documenti fiscalmente equivalenti.
 25 10.10.2017 RICHIESTA DI CHIARIMENTI IN MERITO ALL'ART.3 COMMA 2 LETTERA A) E B) DELL'AVVISO PUBBLICO DI CUI ALLA LEGGE 49/2017.
IN PARTICOLARE AVREI BISOGNO DI CONOSCERE COSA SI INTENDA PER COSTI DI GESTIONE E/O SPESE DI INVESTIMENTO "SOSTENUTI DAL 1 GENNAIO 2017 AL 31 DICEMBRE 2017".
IL CASO È QUESTO: COSTO DI GESTIONE PAGATO IL 20/07/2017 MA RELATIVO AD UNA FATTURA DEL 23/12/2016.
SI CHIEDE PERTANTO DI CONOSCERE SE POSSONO ESSERE CONSIDERATE SPESE "SOSTENUTE" NEL 2017 LE SPESE RELATIVE A FATTURE DEL 2016 PAGATE NEL 2017.
Le fatture o i documenti fiscalmente equivalenti devono essere emessi dal 1/1/2017 al 31/12/2017 e nello stesso periodo devono essere quietanzati, previo pagamento.
26 11.10.2017 NELLA DOMANDA VA INDICATO L'IMPORTO DEL CONTRIBUTO RICHIESTO, DISTINGUENDOLO FRA QUELLO PER LE SPESE CORRENTI E QUELLO PER LE SPESE IN CONTO INVESTIMENTI? Nella domanda può essere indicato il contributo richiesto che, in tutti i casi, deve essere specificato nell'ambito del progetto imprenditoriale allegato alla medesima.
27 18.10.2017 TRA LE SPESE DI INVESTIMENTO POSSONO ESSERE RICOMPRESE QUELLE PER AUTOMEZZI? Si. All'art. 3 comma 2, lett.b) le spese di investimento, sostenute dal 1 Gennaio 2017 al 31 Dicembre 2017, sono elencate a titolo esemplificativo e non esaustivo.
28 18.10.2017 CHI PRESENTASSE LA DOMANDA SOLO PER I CONTRIBUTI SPESE DI GESTIONE DEVE COMUNQUE INVIARE ANCHE IL PIANO IMPRENDITORIALE? SI, come stabilito all'art. 8 una Commissione valuterà il progetto imprenditoriale da cui dovrà evincersi la finalizzazione dei contributi e l'impatto delle spese di cui si chiedono i benefici sulla dinamica e sviluppo dell'attività imprenditoriale svolta e i conseguenti effetti economici, finanziari e patrimoniali.
29 18.10.2017 IL PIANO IMPRENDITORIALE PUÒ ESSERE PRESENTATO SU SCHEMA LIBERO O VI È UN MODULO SPECIFICO DA SCARICARE? Il piano imprenditoriale può essere presentato su uno schema libero.
30 18.10.2017 UN' ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA ( ASD ) ISCRITTA ALLA CCIAA CON CODICE ATECO : 93.19.99 ALTRE ATTIVITA' SPORTIVE NCA ED INOLTRE ATTIVITÀ ESERCITATA DI RACCOLTA PUBBLICITARIA TRAMITE VENDITA DI SPAZI PUBBLICITARI, SPONSORIZZAZIONI, PUO' ACCEDERE ALLA RICHIESTA DI CONCESSIONE DEL CONTRIBUTO. Per accedere alla richiesta di contributo, quello che rileva è lo svolgimento dell'attività di impresa.
31 18.10.2017 L'AVVISO PUBBLICO IN OGGETTO, ALL'ARTICOLO 5, COMMA 4 LETTERA D DICE CHE L'IMPRESA: "FINO ALLA DATA DI ENTRATA IN VIGORE DEL DECRETO DI SOSPENSIONE DEGLI OBBLIGHI FISCALI E PREVIDENZIALI PER LE AREE COLPITE DAL SISMA DEL 2016 E DEL 2017, ERA (DOVEVA ESSERE) IN REGOLA CON IL VERSAMENTO DEI CONTRIBUTI DOVUTI". SI CHIEDE SE SI FA RIFERIMENTO AI CONTRIBUTI PER I DIPENDENTI, AI CONTRIBUTI IVS (SE DOVUTI) O AD ENTRAMBI? Si fa riferimento al versamento di tutti i tipi di contributi obbligatori per legge.
32 18.10.2017 L'I.V.A., PAGATA DAI CONTRIBUENTI MINIMI O FORFETTARI, PER I QUALI RAPPRESENTA UN COSTO IN QUANTO IL REGIME OPERA IN ESENZIONE D'IMPOSTA, PUÒ ESSERE RICHIESTA A CONTRIBUTO? L'avviso prevede che siano ammissibili a contributo i costi di gestione e le spese per gli investimenti al netto dell'IVA, qualora la stessa sia esposta in fattura o in un documento fiscalmente equivalente (vedi art. 3 lett. c) dell'avviso).
33 25.10.2017 PER LE SPESE GIÀ SOSTENUTE (FATTURATE E PAGATE) ALLA DATA DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA (PREVISTA PRESENTAZIONE ENTRO IL 31.10.2017), È POSSIBILE ALLEGARE ALL'ISTANZA SOLO LA COPIA DELLE FATTURE RISERVANDOSI DI PRESENTARE LA DOCUMENTAZIONE COMPROVANTE IL PAGAMENTO ENTRO IL 31.12.2017 (UNITAMENTE AD ALTRE SPESE ANCORA DA SOSTENERE)? Si, ma qualora la documentazione comprovante il pagamento dovesse pervenire oltre il 31/12/2017, le spese ritenute eventualmente ammissibili, ai fini del contributo, ma non documentate, saranno eliminate dal computo del contributo richiesto.
34 25.10.2017 NELL'ART. 3 COMMA 7 DEL BANDO, AI FINI DELLA QUIETANZA DELLE SPESE REGOLATE TRAMITE CANALE BANCARIO O POSTALE, SI CONSIDERA VALIDA ANCHE "L'APPOSIZIONE DEL TIMBRO SULLA FATTURA". TALE TIMBRO DEVE ESSERE APPOSTO DALL'ISTITUTO DI CREDITO O DAL FORNITORE (IMPOSSIBILE IN CASO DELLE UTENZE)? È POSSIBILE PROCEDERE CON TALE MODALITÀ DI QUIETANZA PER TUTTE LE FATTURE (UTENZE, MATERIE PRIME, BENI STRUMENTI), GIUSTO? Come recita l'art. 7 comma 3, per le spese regolate tramite canale bancario o postale la quietanza sarà fornita dalla ricevuta di pagamento, rilasciata dall'istituto, dalla quale si evinca il riferimento al documento comprovante la spesa oggetto di richiesta di contributo, oppure dall'apposizione del timbro sulla fattura/documento fiscalmente equivalente.
35 25.10.2017 TRA LE VARIE DICHIARAZIONI PREVISTE NELL'ALLEGATO B (SCHEMA DI DOMANDA) C'È QUELLA RELATIVA AL FATTO DI "NON AVER RICEVUTO ALTRO BENEFICIO, RIENTRANTE NELLA CATEGORIA DEGLI AIUTI DI STATO, OVVERO DI AVER RICEVUTO LA TIPOLOGIA DI AIUTO DI SEGUITO INDICATA ............". TALE DICHIARAZIONE (DI AVER O MENO RICEVUTO ALTRI AIUTI) È DA INTENDERSI CON RIFERIMENTO AGLI STESSI BENI OGGETTO DELLA RICHIESTA DI CONTRIBUTO SULL'AVVISO IN OGGETTO, CORRETTO? La dichiarazione cui si fa riferimento è da intendersi, in generale, con riferimento a qualunque tipologia di aiuto eventualmente ottenuta, ovvero non ottenuta, con particolare riferimento agli aiuti ottenuti, ovvero non ottenuti, in regime di "de minimis", nell'esercizio finanziario in corso e nei due precedenti, per i quali si richiede la compilazione dell'Allegato "C".
36 25.10.2017 RELATIVAMENTE AI SOGGETTI DESTINATARI (ART. 2 DEL BANDO) SI CHIEDE SE IL REQUISITO DI AVERE MENO DI 5 DIPENDENTI DEVE ESSERE POSSEDUTO SOLO ALLA DATA DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA? C'È QUALCHE OBBLIGO DI MANTENIMENTO DELLA DIMENSIONE ORGANIZZATIVA ANCHE PER IL FUTURO? Il requisito deve essere posseduto al momento di presentazione della domanda
37 25.10.2017 NEL CONTEGGIO DEL NUMERO DI DIPENDENTI SI DEVE TENER CONTO ANCHE DEI DIPENDENTI A TEMPO DETERMINATO? Occorre tenere conto di tutti i rapporti di lavoro subordinato, in proporzione al tempo di impiego previsto nei contratti di lavoro individuali.
38 25.10.2017 PREMESSO CHE NELLA FAQ N. 3 DEL 04/10/2017 SI CONSIDERANO POTENZIALI SOGGETTI BENEFICIARI ANCHE LE IMPRESE CHE IN TERMINI DI DIPENDENTI SUPERANO LE QUATTRO UNITÀ CON DECIMALI DERIVANTI DA CONTRATTI A TEMPO PARZIALE, SI CHIEDE COSA BISOGNA RIPORTARE NELL'ALLEGATO B (SCHEMA DI DOMANDA) NEL PUNTO IN CUI VA INDICATO IL NUMERO DI DIPENDENTI. IN PARTICOLARE, UN'IMPRESA CHE HA IN FORZA 3,5 ULA (3 DIPENDENTI A TEMPO PIENO ED UNO PART-TIME AL 50%) DEVE INDICARE 3 O 4 DIPENDENTI? O È OPPORTUNO INDICARE IL VALORE ESATTO DELLA ULA (3,5 NEL CASO SPECIFICO)? Lo schema di domanda riporta i contenuti che l'istanza deve necessariamente riportare; qualora il dato da indicare non sia presente tra quelli riportati nel modello, deve essere specificato quello afferente all'istante.
39 25.10.2017 I CONTRIBUTI PREVISTI NELL'AVVISO PUBBLICO DI CUI ALL'OGGETTO (CONTRIBUTO SPESE DI GESTIONE E CONTRIBUTI PER LE SPESE DI INVESTIMENTO) SI INTENDONO A FONDO PERDUTO? Si, si intendono a fondo perduto.
40 25.10.2017 SE È STATO COMMESSO UN MERO ERRORE FORMALE NELLA SEZIONE RELATIVA ALLE DICHIARAZIONI, SI CHIEDE SE L'ISTANZA PRODOTTA POSSA ESSERE INTEGRATA TRAMITE UN NUOVO INVIO DELL'ALLEGATO FACENDO RIFERIMENTO, NELLA LETTERA DI ACCOMPAGNAMENTO CHE TRATTASI DI SOSTITUZIONE DEL PREDETTO ALLEGATO. E' possibile sostituire l'allegato, precisando nella lettera di accompagnamento, in maniera inequivocabile, di quale allegato si tratta e il riferimento alla domanda principale.
41 25.10.2017 SI CHIEDE DI CONOSCERE SE L' INTEGRAZIONE A UNA DOMANDA MODIFICA LA DATA DI ACQUISIZIONE AL PROTOCOLLO DELL'ISTANZA PRESENTATA ED, IN TALE IPOTESI, QUALE È LA DATA DI ACQUISIZIONE. L'integrazione modifica la data di acquisizione, atteso che è di tutta evidenza che la domanda principale è da considerarsi incompleta, per ammissione dell'istante, allorché la stessa è stata integrata.