La Biblioteca

Versione stampabileVersione stampabile

LA STORIA

La biblioteca del Consiglio regionale nasce per rispondere alle esigenze di documentazione dell'Assemblea legislativa e si trova all'interno del complesso dell'Emiciclo ospitata in un'antica sala appartenuta al seicentesco Convento dei Cappuccini attiguo alla vecchia chiesa di San Michele Arcangelo. L'area destinata attualmente a biblioteca è stata rinvenuta durante gli scavi eseguiti per il restauro dell'intera sede del Consiglio regionale reso necessario a seguito del terremoto che ha colpito L'Aquila del 2009. I lavori di ristrutturazione e miglioramento sono terminati nel giugno 2018. Il convento occupava un grande corpo situato sul lato destro della chiesa, e presentava un cortile centrale con pozzo, e uno sviluppo verticale su tre livelli: nei piani del convento si potevano trovare 45 vani, che erano utilizzati come celle per i chierici, mentre nei piani sottostanti c'erano l'infermeria, le cucine, il dietro cucina, il Refettorio, il fondaco, la dispensa e la vasca per pigiare le uve, mentre gli orti erano coltivati e alberi da frutto. Una consistente porzione dell'antico pozzo del convento è oggi visibile proprio all'interno dei locali della biblioteca ed è possibile ammirarne l'interno grazie ad una finestra realizzata ad hoc.

I LIBRI

L'intero catalogo librario, composto di oltre novemila volumi e una sezione di emeroteca di circa 60 testate, è censito nel Sistema Bibliotecario Nazionale (SBN). La biblioteca si propone come moderno centro di documentazione specializzato nelle materie di competenza delle Regioni e del sistema delle Autonomie Locali con particolare riguardo all'area giuridico-amministrativa, politico-istituzionale e storico-culturale con una sezione dedicata all'abruzzesistica. All'interno di questa sezione è possibile consultare numerosi volumi sulla storia regionale e delle città abruzzesi, sull'arte e il folclore regionale, su culinaria e tradizioni popolari. E' in costante incremento la sezione letteraria della biblioteca con una particolare attenzione ai maggiori letterati abruzzesi. La struttura, infatti, possiede la quasi totalità delle opere di D'Annunzio, Silone, Flaiano, Croce.

 

SEDE E SERVIZI

La biblioteca del Consiglio regionale dell'Abruzzo occupa un'area di 150 mq ed è allestita con scaffalature leggere in vetro ed alluminio. Gli utenti possono fruire di 20 postazioni di lettura, studio e consultazione con la possibilità di utilizzare i pc in dotazione per effettuare ricerche librarie. È attivo un servizio di "free wi-fi" previa registrazione al canale "HotspoRA". La biblioteca è gestita dal personale dell'Ufficio Stampa e Comunicazione del Consiglio. La fruizione è libera negli orari di apertura del Consiglio regionale previo avviso del personale (Lunedì, Mercoledì, Venerdì: 9.00-13.00; Martedì, Giovedì: 9.00-13.00 e 15.00-17.00). I volumi possono essere consultati in sede, concessi in prestito o Per una ricerca dei libri presenti all'interno della Biblioteca del Consiglio regionale dell'Abruzzo rimandiamo al seguente link: http://opac.almavivaitalia.it/AQ1/